Medjugorje: Il Trionfo di Due Cuori (1.)

La famiglia salverà il mondo

Con i messaggi di Međugorje forse sta arrivando una fase nuova e conclusiva nello sviluppo degli alcuni generi letterari, come del romanzo familiare.
Quest'anno ho trascorso dieci giorni a Međugorje, a partire dalla Festa dell'Assunzione. L'ultimo pomeriggio del mio soggiorno, il giorno dopo la Festa di Maria Regina mi sono recato alla casa di Vicka, il cui giardino era pieno di pellegrini polacchi radunatisi naturalmente attorno a lei. Anch'io sono entrato nel giardino, quando ad un momento sentì Vicka dicendomi a voce alta però molto chiara in un italiano perfetto, che la Madonna nei suoi messaggi sta avvertendo specialmente i giovani, accentuando la necessità della preghiera del Rosario in famiglia, come il mezzo dell'unione della famiglia. Quando c'è questo legame in famiglia Satana è privo di ogni potere. In quest'Anno della famiglia, concluse Vicka, la Madonna chiede di includere i giovani nelle nostre preghiere. Parole dettemi da Vicka le capiì come centrali del mio soggiorno a Međugorje di quest'anno.

Quando sono tornato a Zagabria ho letto col interesse speciale un libro di Marco Miravalle, che ho procurato da una libreria a Međugorje che vendeva le edizioni in inglese. Il libro m'aveva attirato alla prima vista. Sulla copertina era raffigurata una piccola casa di famiglia illuminata nel buio della notte e poi circondata con le perle del Rosario. Il titolo del libro Međugorje and the Family ( Međugorje e la famiglia), sottotitolato Helping families to live the Messages ( Aiutando le famiglie a vivere i messaggi). Sul piatto posteriore dai frammenti riportati dalle quattro recensioni, si' può leggere che il detto Marco Miravalle lavora come un professore presso l'Università dei Francescani a Steubenville e che aveva fatto la sua tesi di dottorato sui messaggi di Međugorje. Inoltre, lui ha una giovane famiglia esemplare.
Poi ho capito che la sua università fosse quella che adesso sta frequentando signorina Jelena Vasilj „veggente col cuore“ , dettomi da lei stessa nella nostra conversazione di pochi giorni prima. Presentivo che potrebbe esserci molto utile in quest'Anno della famiglia di leggere questo libro di Miravalle per approfondire questo mistero di cui ci stiamo occupando tutti. E veramente proprio in quest'anno il suo libro ci invita ad un' incarnazione pratica e immediata dei messaggi di Međugorje in famiglia, specialmente nelle nostre famiglie „tali come sono, imperfette che sono“.
Già dall'inizio del libro Miravalle sta introducendo un termine nuovo : il kenosis della casa. Infatti egli dice che vuole esporre „il modello della vita familiare che sicuramente può aiutare ad implementare il messaggio di Međugorje nella vita familiare“. Quest'immagine della famiglia egli la chiama „il kenosis della casa“. Questo termine in modo chiaro e breve addirittura significa il sacrificio personale per il bene della famiglia: prendere „la Croce della casa“. Kenosis è una parola greca col significato di un atto di svuotare se stessi, un „sacrificio di se stesso“, come lo descrive San Paolo nella Seconda lettera ai Filippesi : „Cristo spogliò se stesso (ekenose) , narrandoci che Cristo si era umiliato per noi ( „ umiliò se stesso, assumendo la condizione di servo...“).

Syndicate content